Come coltivare la colza

COS’È LA COLZA?

La colza è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Brassicacee, come broccoli, cavoli e rapanelli. Le radici possono arrivare ad una profondità di 80 cm, mentre il fusto può raggiungere un’altezza di 1,50 metri. I fiori, di colore giallo brillante si compongono di 4 petali disposti a croce. Da questi si originano i frutti, piccoli baccelli chiamati ‘silique’, che a loro volta contengono semi tondi e lisci, di colore brunastro. E’ proprio dai semi della colza che si estrae il famoso olio, largamente utilizzato come biocarburante e come lubrificante nell’industria meccanica.

colza

 I bellissimi fiori della colza attirano invece numerose api e possono così essere sfruttati per la produzione di miele.

Si tratta di una pianta a semina autunnale. La colza è inoltre una pianta rustica: può essere coltivata su terreni relativamente poveri e sopporta molto bene anche temperature che arrivano a diversi gradi sotto zero. Il terreno ottimale è leggero, così che le radici possano crescere in profondità, ma ben si adatta anche a terreni più compatti, purché non presentino ristagni idrici.


COME SI COLTIVA?

Nel nord Italia, il periodo ideale per la semina è tra metà agosto e la fine di settembre.

Ecco una breve guida

La colza può essere piantata in terra o in un vaso.

La semina deve quindi essere effettuata a file distanti 30/40 cm ed interrando il seme di circa 2 cm, per evitare difficoltà nella germinazione. L’ideale sarebbe ottenere circa 50 piante per metro quadrato, distanti tra loro circa 5 cm.download (1)

Date le ridotte dimensioni del seme, molto importante risulta poi la preparazione del terreno: per facilitare la germinazione è necessario rompere accuratamente le zolle ed assicurare un’adeguata umidità del terreno, in modo che la stessa possa risalire per capillarità verso il seme.

Dopo 10/15 giorni notare come la pianta sia in grado di attirare, una volta spuntati i fiori, animali amici dell’uomo come api e altri insetti.

images

Si consiglia di bagnare abbondantemente e giornalmente (di sera) possibilmente con acqua piovana (più ricca di minerali).


Annunci