Nessun comune erbese tra i ‘ricicloni’

Purtroppo anche per il 2017 nessun comune dell’erbese è entrato nella classifica dei ‘ricicloni’. Una prospettiva negativa comunque in linea con il risultato regionale che porta la Lombardia ben lontana dai vicini del nord-est.Risultati immagini per ricicloni

Perché produrre meno rifiuti pro capite non è solo un capriccio, ma una necessità. La popolazione mondiale cresce a ritmi inimmaginabili e noi dobbiamo fare la nostra parte. Differenziare correttamente aiuta a ridurre la nostra impronta ecologica e nel contempo a far risparmiare moltissimi soldi ai comuni, risorse che possono essere utilizzate per molti altri fini in un momento così impegnativo in termini generali.

19366220_1543510509014385_5381348073019115483_n

Differenziare bene è possibile: il comune lombardo più riciclone ha raggiunto il 90,4% di raccolta differenziata, si trova in provincia di Mantova ed è San Giovanni del Dosso (1265 abitanti).  In questo comune si producono solo 34,6kg di rifiuti indifferenziati a testa all’anno.

Cattura

 

La nostra associazione si sta impegnando a fondo in un programma di sensibilizzazione nelle scuole primarie erbesi con l’ausilio di laboratori divertenti (scopri di più –> https://legambienteerbese.wordpress.com/…/iniziative-per-l…/).

Solo un comune della provincia di Como si classifica: http://www.ricicloni.it/classifica-…/ricerca-avanzata/…/2017.

Cattura1

È necessario che le giunte continuino a lavorare ed a incrementare la consapevolezza ambientale su questo tema così importante.

Siamo convinti che il nostro messaggio possa essere accolto con favore dai comuni dell’erbese anche in vista del rinnovo di molte giunte.

È importante ricordare che percentuali vicine al 60% oggi sono lontane dall’essere eccellenti e al contrario sono molto modeste.

Oggi in tutta Italia 486 comuni sono RIFIUTI FREE (producono meno di 75kg/anno pro capite di rifiuti indifferenziati). Il cambiamento necessita della volontà e determinazione delle giunte e dei cittadini, ma ci sentiamo di dire che…

…Cambiare è possibile e necessario!

legambiente - PNG

Legambiente erbese esce dall’osservatorio ambientale per gli odori molesti di Albavilla. Preoccupazione per alcune voci sulla riorganizzazione del Parco del lago del Segrino.

legambiente - PNG

Legambiente erbese esce dall’osservatorio ambientale per gli odori molesti di Albavilla.

Legambiente erbese ha deciso di non fare più parte dell’osservatorio ambientale istituito per dare una risposta concreta alle continue segnalazioni di odori molesti nella frazione di Saruggia nel comune di Albavilla. Il consiglio dei soci ha infatti deciso all’unanimità di uscire dall’osservatorio creato ad hoc sul tema, osservatorio che vede la partecipazione del comune di Albavilla, di un delegato per Legambiente erbese e di un rappresentante della ditta sita a Saruggia ‘Il Truciolo’. Tra le ragioni dell’abbandono si sottolineano la scarsa disponibilità al dialogo e la difficoltà nel trovare soluzioni concrete e condivise. Da parte di Legambiente erbese, si aspettavano risposte concrete ed un clima caratterizzato dalla propensione al dialogo, considerato il tema in gioco sul possibile inquinamento e sulle eventuali ricadute per la salute pubblica. La nostra associazione ha sempre ricercato una mediazione all’interno dell’osservatorio, consapevole che l’attività di trasformazione dei rifiuti industriali comporta di per sé polveri e odori. Il nostro scopo era quello di limitare i disagi alla popolazione, attraverso proposte concrete e fattibili alla ditta ed all’Amministrazione Comunale sin dal 2013, anno in cui sono state raccolte più di 150 firme dei residenti che chiedevano risposte.  L’insoddisfazione e l’amarezza sono tangibili, visto e considerato il continuo input della nostra associazione nell’essere più costruttivi possibili.


Preoccupazione per alcuni voci sulla riorganizzazione del Parco del lago del Segrino.Risultati immagini per lagi del segrino

Vista la necessità di accorpamento del Parco del lago del Segrino, reso necessario dall’approvazione della Legge Regionale 28/2016 “Riorganizzazione del sistema lombardo di gestione e tutela delle aree regionali protette e delle altre forme di tutela presenti sul territorio”, Legambiente erbese si dice preoccupata da alcune voci giunte da più parti che paventano un accorpamento al parco delle Grigne, parco con il quale quale non si condivide alcunché.

Si confida che queste voci siano infondate e che la scelta ricadrà come da logica e buonsenso sul Parco della valle del Lambro, con il quale il Parco del lago del Segrino condivide caratteristiche vitali per la buona riuscita dell’accorpamento e della futura vita prospera del nostro amato lago e del suo ecosistema così particolare, riconosciuto SIC- sito di interesse comunitario dall’Unione Europea.

 

 

 

 

Domani è la giornata della terra!

L’Earth Day (Giornata della Terra) è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia.

Risultati immagini per giornata della terralegambiente - PNG

Nel corso degli anni la partecipazione internazionale all’Earth Day è cresciuta superando oltre il miliardo di persone in tutto il mondo: è l’affermazione della “Green Generation”, che guarda ad un futuro libero dall’energia da combustibili fossili, in favore di fonti rinnovabili, alla responsabilizzazione individuale verso un consumo sostenibile, allo sviluppo di una green economy e a un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali.

Anche il nostro circolo partecipa alla giornata della terra tutti i giorni entrando nelle scuole, promuovendo e sensibilizzando al riciclo e al riuso, al risparmio energetico e dell’acqua, con le giornate di Puliamo il Mondo che aiutano concretamente tutti pulendo dai rifiuti e riqualificando interi sentieri, con le varie edizioni della Festa dell’Albero, che stanno rendendo il nostro territorio sempre più green e consapevole.

Risultati immagini per giornata della terra

Oggi però c’è un’emergenza! Tu puoi fare qualcosa! E da casa tua! In pochi minuti! 

people4soil_logo

Lo sapevi che ogni anno in Europa spariscono sotto il cemento 1000 kmq di suolo fertile, un’area estesa come l’intera città di Roma?
Senza un suolo sano e vivo non c’è futuro per l’uomo. Oggi il suolo è violentato, soffocato, contaminato, sfruttato, avvelenato, maltrattato, consumato. Un suolo sano e vivo ci protegge dai disastri ambientali, dai cambiamenti climatici, dalle emergenze alimentari. Tutelare il suolo è il primo modo di proteggere uomini, piante, animali.
Nonostante questo, in Europa, non esiste una legge comune che difenda il suolo. I cittadini di tutta Europa chiedono di difenderlo dal cemento, dall’inquinamento e dagli interessi speculativi. Insieme a noi, oltre 400 associazioni chiedono all’UE norme specifiche per tutelare il suolo, bene essenziale alla vita come l’acqua e come l’aria.

E tu vuoi partecipare con noi? #People4Soil è un’Iniziativa dei Cittadini Europei sostenuta da più di 400 associazioni.

Clicca qui per firmare la petizione e difendere il suolo.
LEGGI L’APPELLO COMPLETO

impronta-ecologica-300x235 Riduciamo la nostra impronta ecologica!

Volete anche darci una mano? Visitate il nostro sito per capire come!

Buona giornata della terra a tutti dal circolo erbese di Legambiente!

 

Continuano con successo le visite nelle scuole

Continuano con successo le visite di Legambiente Erbese nelle scuole primarie dell’erbese.

Canosse (2)

Durante la scorsa settimana, abbiamo spiegato la raccolta differenziata e l’importanza dell’acqua in due scuole primarie: l’istituto Matilde di Canossa di Como e la scuola primaria di Albese con Cassano.

Canosse (6)

I bambini coinvolti sono stati più di cento.

 

Ad Albese abbiamo anche svolto un divertente laboratorio sulle proprietà dell’acqua, dividendo i bambini in piccoli gruppi.

WhatsApp Image 2017-03-25 at 11.39.07

A tutti i bambini sono stati consegnati dei piccoli regali, tra cui alcuni semi, per dare un segno e per rimarcare l’importanza di queste uscite didattiche.

Clicca qui per le attività proposte per la raccolta differenziata/ laboratorio sul riuso, e qui per l’acqua e la guida alla coltivazione dei semi di fave.

WhatsApp Image 2017-03-25 at 11.39.08

Ringraziamo tutte le maestre delle scuole coinvolte per l’opportunità che ci hanno concesso.

WhatsApp Image 2017-03-25 at 11.39.09 (1)

Ecco alcuni disegni consegnatici dalle maestre alla conclusione dell’esposizione sulla raccolta differenziata:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il sito cresce sempre di più!

Visita la sezione INIZIATIVE per conoscere cosa facciamo e cosa offriamo a voi GRATUITAMENTE !!!

E ricordati di informarti e firmare per salvare il suolo dall’incuria e dalla cementificazione selvaggia!

 

Solo dopo che l’ultimo albero sarà abbattuto, solo dopo che l’ultimo lago sarà inquinato, solo dopo che l’ultimo pesce sarà pescato, Voi vi accorgerete che il denaro non può essere mangiato.
(Toro Seduto, capo della tribù dei Sioux)

 

people4soil_logo

 WWW.SALVAILSUOLO.IT

 

 

 

M’illumino di meno 2017

Anche quest’anno il nostro circolo partecipa e sostiene l’iniziativa di Rai 2 m’illumino di meno atta a sensibilizzare sul tema dello spreco energetico.

millumino-di-meno-2017-banner-sito

Il 24 febbraio in riferimento alla campagna di Caterpillar, il noto programma di Radio2 in onda tutti i giorni dalle 18 alle 19.30, noi di Legambiente erbese invitiamo tutti voi cittadini e amministratori dell’erbese alla partecipazione all’evento “M’illumino di meno”.

Vogliamo sensibilizzare al tema dello spreco energetico al fine di migliorare i nostri stili di vita.

Proponiamo ai tutti voi di spegnere le illuminazioni superflue e/o non necessarie dalle ore 20 alle ore 20,30 e di dare riscontro circa la vostra adesione sui social media (HASHTAG: #legambienterbese).

Lo spirito di M’illumino di meno dovrebbe accompagnarci ogni giorno nella vita quotidiana perché adottare uno stile di vita ecosostenibile significa rispettare noi stessi e l’ambiente.

Buon successo di pubblico alla conferenza sull’acqua

Una buona affluenza di pubblico ha coronato la conferenza sull’acqua, organizzata da Legambiente Erbese in collaborazione con il Museo Civico di Erba e con il patrocinio del comune di Erba, svoltasi presso la sala Annoni del museo presso la villa San Giuseppe a Crevenna.

Il primo evento esclusivamente culturale organizzato dal nostro circolo ha riscosso un buon successo e ha portato oltre che ad una maggior consapevolezza sugli elementi trattati anche nuove firme alla petizione People 4 soil- Salva il suolo.

p_20170114_151822

Relatori della conferenza sono stati la conservatrice del museo dott.ssa Barbara Cermesoni, la dott.ssa in scienze ambientali nonché docente presso il liceo C.Porta Simona Roda e l’esperto del settore acque presso Legambiente Lombardia dott. Lorenzo Baio.

p_20170114_151818

Gli argomenti trattati hanno avuto come sfondo il territorio erbese e si è discusso riguardo tre temi: uno storico, uno scientifico e uno tecnico ambientalistico. 

p_20170114_151803

Focus storico (dott.ssa Barbara Cermesoni): si è discusso di origini dell’uomo e di come l’acqua , nei suoi stati, come ad esempio nelle diverse glaciazioni succedutesi, ha attivato l’ingegno dell’uomo. Prove ne sono le scoperte archeologiche sulle rive dei laghi del Segrino e di Como. Si è cercato di ricostruire la vita e la struttura dei villaggi nel neolitico. Si è evidenziata l’importanza del legno come fonte primaria per costruire case, armi e utensili oltre che per scaldarsi.

Focus scientifico (dott.ssa Simona Roda): si è discusso dell’importanza dell’acqua nello sviluppo e nella nascita dell’uomo.  Si è evidenziato come anche la composizione del corpo umano non lasci dubbi sul fatto che senza acqua non esiste vita. La ricchezza d’acqua, tipica del nostro territorio, ha favorito il prosperare della vita nell’erbese.

Focus tecnico ambientalistico (dott. Lorenzo Baio): si è discusso della misure che l’uomo deve adottare anche nel proprio piccolo per cercare di arginare il fenomeno di spreco dell’acqua. Si è evidenziato come negli ultimi anni l’urbanizzazione e la cementificazione selvaggia stanno alterando di fatto la permeabilità del terreno, incrementando il fenomeno del dissesto idrogeologico. L’ingrossamento degli alvei dei fiumi in occasione di forti piogge è una conseguenza dell’opera dell’uomo che modificando il tracciato e canalizzando porta il fiume ad esondare a valle, causando ingenti danni. Si è ricordato l’esempio scandinavo di gestione della permeabilità e di uno stile di vita sostenibile anche nelle grandi città e si è dovuto ricordare purtroppo anche che la qualità delle acque dei fiumi verso valle molte volte non raggiunge la qualità prefissata per legge e analizzata dal rapporto annuale sulle acque superficiali.

La conferenza ha visto la partecipazione dell’assessore alla cultura Franco Brusadelli e si è conclusa con la proiezione di un filmato di Luca Mancardi sulle acque e sulla storia del rifornimento di acqua della città di Erba.

Visto il successo Legambiente Erbese proporrà presto altre iniziative culturali sul territorio erbese.

Un sentito ringraziamento a Davide Dalle Ave per le foto.

legambiente - PNGpeople4soil_logo