Festa dell’albero 2016: un grande successo

festa-dell-albero-2010-bLegambiente Erbese aveva davanti a sé un grande compito: completare con successo la prima edizione della festa dell’albero nell’erbese.

Si volevano coinvolgere il più possibile i bambini delle scuole, soprattutto le primarie, e l’obiettivo è stato pienamente raggiunto.

La maggiore soddisfazione, dopo il duro lavoro organizzativo, è stato scoprire la gioia sui volti dei bambini e aver dato una maggiore consapevolezza sullo stato del nostro ambiente e delle sue condizioni. È stata infatti fondamentale la connessione con la petizione europea PEOPLE 4 SOIL- SALVA IL SUOLO.

I comuni coinvolti sono stati: Albavilla, Caslino d’Erba, Merone e Ponte Lambro.

Un grande grazie va alle amministrazioni comunali che hanno permesso lo svolgimento dell’iniziativa e che hanno fornito un luogo dove piantare e un supporto nell’organizzazione delle manifestazioni.

Ad Albavilla l’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con la consulta della biblioteca. La festa dell’albero è stata collegata al progetto del Giramontagne e ha visto coinvolta anche la scuola agraria S. Vincenzo. Qui abbiamo piantumato oltre 35 piantine nel prato antistante l’Opera Pia Roscio con l’aiuto dei bambini premiati nell’ambito dell’iniziativa della consulta. Ogni bambino ha “adottato” una piantina, che ora porta anche il suo nome e cognome.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Ponte Lambro sono state coinvolte le scuole medie ed in particolare le classi prime, che hanno partecipato con voglia ed entusiasmo alla nostra iniziativa ed hanno piantato molte essenze locali sul lungo Lambro in via Geret. È stata fondamentale la collaborazione con l’amministrazione a causa del difficile terreno e della sua composizione. Grazie a ciò abbiamo dato un contributo al miglioramento di questa area.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Merone hanno partecipato i bambini delle classi seconde della primaria, che dopo aver ascoltato una nostra presentazione in classe sul gelso e le attività locali ad esso legate, oltre che una spiegazione sul baco da seta, sono passati all’azione piantando davanti alla palestra 30 gelsi neri.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Caslino d’Erba l’iniziativa ha avuto una duplice valenza educativa. Il terreno scelto è stato infatti confiscato alla criminalità organizzata e con questo gesto è stato riaffidato alla comunità locale, cosi come ha sottolineato il vicesindaco di Caslino Marco Colombo. Anche Legambiente Erbese è stata soddisfatta di aver dato una mano a riappropriarsi di un bene comune con una svolta simbolica che ha destinato questo terreno a tutti gli effetti alla collettività. La piantumazione di alcuni castagni è stato un gesto altamente simbolico e la presenza dei bambini, delle maestre e dei genitori ha sottolineato la volontà di cambiare e di creare radici nell’ottica della legalità. Legambiente Erbese ha anche consegnato a Caslino 10 ginestre dei carbonai che verranno posizionate nel parco giochi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tutte le piantine messe a dimore durante le manifestazioni recano un talloncino plastificato con una foto, il nome scientifico e quello volgare cosi da rendere anche una semplice passeggiata un momento di didattica attiva, cosi come voluto dal nostro gruppo.

Tutte le piantine sono circondate da una rete (chiamata shelter) che le proteggerà dagli animali e dagli insetti e sono sostenute da un tutore.

Legambiente Erbese, visto il successo di questa festa, che non si teneva da anni nel nostro territorio, ha idea di ripeterla non solo nei prossimi anni, ma anche in primavera, coinvolgendo anche altri comuni e scuole dell’erbese.

La finalità della festa dell’albero è quella di creare una consapevolezza ecologica e di far riscoprire come anche questi piccoli eventi possono far breccia nei più piccoli.

In occasione di questa festa, oltre che la petizione europea People 4 soil- salva il suolo, sono state anche pubblicizzate le iniziative del nostro circolo nei confronti delle scuole, iniziative educative su molti temi, non solo ambientali e che si caratterizzano da un costo molto contenuto e da una grande dose di divertimento e di educazione allo stesso tempo.

La natura appartiene a tutti noi ed è nostro compito proteggerla.

Il miglior momento per piantare un albero era vent’anni fa, il secondo miglior momento è ora.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...